Creiamo un Bootsplash personalizzato per Ubuntu

Dato che mi serve come promemoria ecco una piccola e velocissima guida per la creazione di un bootsplash personalizzato.

Scaricate il codice sorgente del pacchetto usplash-theme-ubuntu per la versione di ubuntu che utilizzate da qui.

Modificatene i file immagine a vostro piacimento, ricordando però l’indicizzazione a 256 colori. Sono sette immagini di sfondo, per le quali vi consiglio di editare la più grande per poi ridimensionarla, e altri quattro file per la barra di caricamento.

A questo punto non resta che modificare i seguenti file :

  • Rinominante Usplash-theme-ubuntu.c da rinominarsi semplicemente in Usplash-theme-nomescelto.c
  • Makefile sostituendo tutte le occorrenze di usplash-theme-ubuntu con usplash-theme-nomescelto.
  • Rules e Postinst (che si trovano nella cartella Debian) sostituendo tutte le occorrenze di usplash-theme-ubuntu con usplash-theme-nomescelto.

Installiamo i pacchetti necessari:

sudo apt-get install checkinstall build-essential libusplash-dev

creaiamo la cartella dove avviene la compilazione ove questa non fosse presente:

sudo mkdir -p /usr/local/lib/usplash

Ora posizionate nella cartella contente i file per la creazione del vostro tema e date:

make

sudo checkinstall

Il checkinstall vi chiederà i parametri relativi al file. Non che sia fondamentale, ma io per mero perfezionismo li modifico sempre.
A questo punto avrete il vostro file del tema (tutto il resto non ci serve) nella cartella. E’ il file uspalsh-theme-nomescelto.so.
Diamo questi comandi per applicarlo come tema predefinito e riavviamo per vederlo all’opera:

sudo ln -sf /usr/lib/usplash/usplash-theme-nomescelto.so /etc/alternatives/usplash-artwork.so

e ora

sudo dpkg-reconfigure linux-image-$(uname -r)

A questo punto riavviate e vedrete il lavoro della vostra fatica in azione.

Nota citata da un altro blog pari pari (perchè mi sembra davvero utile):

Per essere sicuri che le barre di caricamento abbiano la stessa paletta di colori dello sfondo una volta indicizzate (ed evitare effetti orripilanti..) si consiglia di incollarle su una delle immagini di sfondo prima di indicizzarla, indicizzare il tutto, tagliare il componente e salvarlo in una nuova immagine delle corrette dimensioni. Al termine di questa operazione i throbber possono essere nuovamente reindicizzati e manterranno la paletta precedente.

Per fare la guida ho fatto riferimento ad altre due guide:

https://help.ubuntu.com/community/USplashCustomizationHowto

e questa

http://www.linuxfeed.org/linux/ubuntu-personalizzare-usplash.html

Annunci

~ di giudaballerino su febbraio 9, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: